Il Rasoio di Occam

« A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »
« Non considerare la pluralità se non è necessario. »
« Non moltiplicare gli elementi più del necessario. »
« Si fa inutilmente con molte cose ciò che si può fare con poche cose. »
« È inutile fare con più ciò che si può fare con meno. »


Il principio logico del Rasoio di Occam è stato un importante segnale nella storia umana: difatti il procedere delle teorie filosofiche e scientifiche, con l'esagerazione delle diramazioni delle complessità delle spiegazioni, faceva di conseguenza perdere di per sé la percezione dell'utilità della dimostrazione, soprattutto quando veniva arricchita da termini fini ad evidenziare volutamente l'originalità dell'autore.

Il rasoio logico evita la postulazione di entità inutili, implicitamente favorisce la partenza da principi dimostrati e quindi semplici, e con solide e semplici deduzioni fa in modo che si arrivi alla conclusione.

Il rasoio logico non pone una condizione assoluta nel procedere della conoscenza: attribuisce sì valore alla semplicità ed alla solidità ma mette alla prova la validità delle conclusioni in base al principio stesso del rasoio, nel senso che una teoria che progressivamente si appoggiasse alla elaborazione troppo semplice e parziale di termini o a principi sempre più evanescenti alla fine sarebbe da rigettare per la sua stessa inconsistenza.


Questo, signori, spiega il nostro comportamento, la nostra finalità a noi stessi. Noi umani siamo l'essenza stessa dei nostri peccati, ci macchiamo di sangue come di fango nella pioggia.
Si può pensare che Dio ci abbia creati nelle sue sembianze al fine di farci peccare come lo SAREBBE STATO il nostro stesso concepimento di essere incompleti, peccatori come è stato peccato il nostro inizio. Proprio per questo noi siamo fini a noi stessi.


Ciò non vuole rendervi consapevoli della nostra sofferenza, bensì vuole esplicitare la certezza che noi siamo il frutto della nostra complessità, di noi stessi, della nostra civiltà, dei costumi e dei media, una parola che nel FUTURO si sentirà sempre di più! È con essi che il mondo girerà in futuro.
Chi non si conformerà a tali decreti imprescindibili di continuità spazio-umano-temporale verrà travolto ... letteralmente dall'Impeto della sconsideratezza!
Sì, perché siamo tutti controllati, nessuno sarà più libero, di essere più!

Il futuro preclude l'originalità, l'individualità, la COMPETENZA e soprattutto la semplicità.

Totale articoli: 19. È lungo 382 parole, ed ha 3 commenti per adesso.